Nopo.... chi?



Questo blog raccoglie articoli, foto e video di ciò che mi colpisce e piace dell'universo moto e bici. Non ho alcuna velleità giornalistica, ma mi piace quando qualcuno lascia un commento e apprezza ciò che posto sul blog. Per qualsiasi informazione non esitate a scrivermi all'indirizzo nopossum at alice.it.

Sono anch'io un motociclista, da almeno venticinque anni e un ciclista su strada, dal 2001. Motociclisticamente sono partito con il classico motorino, un Guzzi Mark Trotter IV d'annata che mio nonno aveva comprato nel '72 e che riposava nella cantina della casa al mare da almeno tredici anni. Poi ho fatto tutta la trafila, passando per una Yamaha DT125LC motorizzata Minarelli, un Kawasaki KLE500, una Yamaha Thundercat600, una Yamaha Fazer1000 e una Yamaha FZ6S2. Di chilometri ne ho macinati parecchi, ma l'ultimo viaggio "serio" risale al 2006 con uno splendido giro della Francia assieme a mia moglie, al ritorno del quale abbiamo scoperto di aver fatto tutto il viaggio in tre...

Poi sono passato ad una mitica Yamaha XT500 del 1981. Nonostante la nascita di due splendidi bimbi, non ho saputo rinunciare alle due ruote e mi sono buttato nel mondo dell'epoca. Con l'XT sono caduto fortunatamente bene: è un modello diffuso e si trovano molti ricambi (uno su tutti Kedo in Germania) e, come credo succeda a molti, mi sono fatto prendere dall'entusiasmo ed ho cominciato a smontarla per cambiare qualche pezzo, fare qualche piccola manutenzione, pulire il carburatore... Quello che mi mancava, però, era il tempo e la competenza.

Così, in una calda giornata di settembre, ho deciso di metterla in vendita. Il prezzo credo fosse congruo, in dieci giorno l'ho venduta (e visto il periodo direi che non è male).

Ancora, la "scimmia" ha preso il sopravvento: un mese dopo ho trovato un Transalp 700 del 2011 con 2.000 km  all'attivo. Ho preso la macchina, sono andato sul lago di Garda e l'ho comprata.
Una settimana dopo era nel garage. Due anni dopo e milleduecento (!) km percorsi, l'ho rivenduta, sperando passasse nelle mani di qualcuno che la facesse correre più di me... vederla ferma in garage era una pena. Ad oggi perciò sono senza moto, ma domani.... chissà...

Aggiornato a settembre '14